41 film visti (o rivisti) a marzo 2021, di cui 20 da festival

***

30° Noir in festival

Bastardi a mano armata, di Gabriele Albanesi
Il talento del calabrone, di Giacomo Cimini
Villetta con ospiti, di Ivano de Matteo
Fulci Talks, di Antonietta De Lillo
Le porte del silenzio, di Lucio Fulci
Non si sevizia un paperino, di Lucio Fulci
Quando Alice ruppe lo specchio, di Lucio Fulci
Sette note in nero, di Lucio Fulci
Una sull’altra, di Lucio Fulci

***

Luoghi dell’anima film festival

Assandira, di Salvatore Mereu
Guida romantica a posti perduti, di Giorgia Farina
Notturno, di Gianfranco Rosi
The Rossellinis, di Alessandro Rossellini
Antropocene – L’epoca umana, di Jennifer Baichwal, Edward Burtynsky, Nicholas de Pencier
Torino 20venti – Storie da un altro mondo, di Alessandro Bignami
Buongiorno, tira il vento, di Mikheil Mrevlishvili
Tempo di viaggio, di Andrej Tarkovskij, Tonino Guerra
Matrimonio all’italiana, di Vittorio De Sica
Tre fratelli, di Francesco Rosi

***

Retrospettiva Theo Angelopoulos (coda)

I cacciatori
Alessandro il Grande
L’eternità e un giorno
La sorgente del fiume
La polvere del tempo

***

Herzog, again

Family Romance, LLC
Herzog incontra Gorbaciov

***

Distribuzioni 2020 (recuperi)

Beach Bum – Una vita in fumo, di Harmony Korine
Buttiamo giù l’uomo – Blow the Man Down, di Danielle Krudy, Bridget Savage Cole
Charlie’s Angels, di Elizabeth Banks
Get Duked!, di Ninian Doff
In viaggio verso un sogno – The Peanut Butter Falcon, di Tyler Nilson, Michael Schwartz
Le sorelle Macaluso, di Emma Dante
Letizia Battaglia – Shooting the Mafia, di Kim Longinotto
Non odiare, di Mauro Mancini
Onward – Oltre la magia, di Dan Scalon
Varda par Agnès, di Agnès Varda

***

Altro

And Then We Danced, di Levan Akin
The Witch, di Robert Eggers
La seconda guerra civile americana, di Joe Dante
Mother and Son, di Hilal Baydarov
Scream, di Wes Craven

*** *** ***

Il meglio del mese

Due festival molto interessanti, tenutisi ovviamente online.

Il Noir in festival, giunto alla trentesima edizione, con la sua mini-retrospettiva su Lucio Fulci (oltre al documentario Fulci Talks, che è di fatto una release 2021, essendo uscito subito dopo il festival su alcune piattaforme di streaming).

E il Luoghi dell’anima film festival, prima edizione di un nuovo festival dedicato a Tonino Guerra. Due i macro-temi del festival: quello dei “luoghi dell’anima” concetto che dà il titolo alla rassegna e che vuole esaltare paesi e paesaggi soprattutto nella loro funzione poetica ed emozionale; e poi il ricordo del celebre scrittore e poeta romagnolo (di cui l’anno scorso ricorreva il centenario della nascita, oscurato da quello di Fellini), con film da lui sceneggiati (o co-sceneggiati) e documentari con o su di lui (e rivedere Tempo di viaggio con Tarkovskij è sempre fantastico). Curioso tra l’altro che il documentario su Guerra Buongiorno, tira il vento sia stato girato da un georgiano.

Terminare la retrospettiva su Angelopoulos: grande cinema anche se di non semplice fruizione (in tutti i sensi).

Tra i recuperi 2020 spicca Letizia Battaglia – Shooting the Mafia.

E poi un horror contemporaneo interessantissimo come The Witch (o The VVitch) e il rewatch di un classico come Scream (che è in realtà un thriller).